UNO SCONTRINO PER LA SCUOLA - CREAZZO, 15 NOVEMBRE 2019

99 le attività aderenti all’iniziativa promossa dalla delegazione Confcommercio con il Comune e scuole

A Creazzo gli scontrini fanno vincere le scuole. No, non è la “lotteria” di cui tanto si parla in questi giorni, ma è molto di più: è una “alleanza” tra le attività commerciali del paese, il Comune e gli istituti scolastici, che porta in premio materiale utile per le attività didattiche delle scuole dell’infanzia, parrocchiali, primarie e secondarie di Creazzo. L’iniziativa si chiama “Uno scontrino per la scuola” e a lanciarla è la locale delegazione Confcommercio, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e gli istituti scolastici.

L’avvio è per venerdì 15 novembre, mentre la conclusione è prevista il 18 aprile 2020. “Uno scontrino per la scuola” intende da un lato valorizzare il tessuto distributivo locale e dall’altro sostenere le scuole di Creazzo: basta, infatti, fare compere nelle ben 99 attività del paese aderenti (negozi, pubblici esercizi ed altre imprese riconoscibili dalla locandina esposta), conservare gli scontrini o le ricevute degli acquisti e poi portarli agli appositi contenitori collocati in ogni scuola. Una volta verificato il numero degli scontrini raccolto da ogni istituto verrà fatta una graduatoria, ponderata in base al numero di iscritti di ciascun plesso, che consentirà di assegnare via via tutto il materiale didattico in dotazione dell’iniziativa. Alle scuole “più brave” saranno assegnati i premi più importanti, ma una dotazione minima verrà donata comunque a tutti.

“La nostra proposta è stata accolta con grande entusiasmo dalle attività del paese – spiega Marta Cattani, presidente della Confcommercio di Creazzo -: abbiamo raggiunto quasi cento adesioni, un vero record che ci consente di rendere ancor più ricca la dotazione di premi. Ora ci auguriamo che “Uno scontrino per la scuola” piaccia a tutta la grande Comunità di Creazzo: facendo la spesa nei negozi del paese si potranno raggiungere due importanti obiettivi, da un lato conoscere meglio l’offerta commerciale di vicinato e poi offrire un beneficio concreto alle scuole, cioè materiale d’uso, che siamo sicuri verrà apprezzato”. Soddisfatto di questo esordio molto partecipato anche il sindaco Carmela Maresca: “È un progetto che ci è subito piaciuto perché rafforza la relazione fra le famiglie, le istituzioni e le realtà economiche del territorio, oltre che contribuire concretamente al sostegno delle nostre scuole di ogni ordine e grado. Non dimentichiamo – continua – che Creazzo può contare su una rete commerciale di piccole e medie attività, spesso a conduzione familiare, che forniscono un prezioso servizio distributivo di prossimità, da cui scaturisce un grande patrimonio di relazioni e che mantiene vivo e attraente il nostro paese. Ora queste attività si mettono anche “al servizio” delle nostre scuole, a conferma del loro valore sociale”.

Per quanto riguarda, appunto, le scuole, hanno aderito all’iniziativa tutti i plessi dell’istituto comprensivo di Creazzo, che raggruppa la scuola dell'infanzia S. Marco, le scuole primarie S. G. Bosco e Ghirotti, la scuola secondaria di 1° grado Manzoni; e poi gli asili parrocchiali S. Ulderico e S. Nicola. “Abbiamo accolto con favore questa iniziativa  - afferma Agnese Iaccarino, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Creazzo -, non solo per il sostegno concreto che dà alle scuole, ma anche perché sviluppa il senso di appartenenza alla comunità nei bambini e nei ragazzi. Nella convinzione che la scuola sia non solo l’istituzione deputata all’istruzione e all’educazione, ma anche un laboratorio di crescita sociale, risulta importante la collaborazione sinergica tra Scuola, Ente Locale ed Associazioni del territorio, grazie alla quale è possibile arricchire l’offerta formativa e, contemporaneamente, valorizzare l’attaccamento dei nostri giovani alle proprie radici”.

Proprio agli Istituti, dunque, andranno i premi che saranno consegnati durante la giornata della “Marcia delle Scuole” prevista a maggio 2020. Sarà una giornata di festa, che porterà con sé anche il contributo dei commercianti alla comunità degli studenti e in generale alle famiglie.



DOWNLOAD
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico Stampa pagina