BANDI ED AGEVOLAZIONI

BANDI ED AGEVOLAZIONI

SCOPRI LE OPPORTUNITÀ E I BANDI ATTIVI

BANDI ATTIVI


BANDI DI PROSSIMA USCITA


Segnaliamo, di seguito i principali strumenti di agevolazione (in forma di contributo a fondo perduto, finanziamento agevolato o credito di imposta) di possibile interesse delle imprese associate e attualmente attivi nel panorama Regionale e Nazionale e quelli la cui emanazione è prevista a breve.

Si ricorda che in Confcommercio Vicenza è attivo, grazie anche alla partnership con una società specializzata, lo Sportello Bandi ed Agevolazioni che permette di valutare le opportunità inerenti le agevolazioni pubbliche e che supporta le imprese nella predisposizione delle relative domande. Per ulteriori informazioni si invia a contattare i nostri uffici al tel. 0444 964300.

BANDI ATTIVI

  • BANDO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE AGGREGATE DEI SETTORI COMMERCIO E SOMMINISTRAZIONE (POR 3.1.1 – SUB B)

    OGGETTO: Sostegno alle aggregazioni di almeno tre imprese (dei settori Commercio all’ingrosso e al dettaglio e Attività della Somministrazione), riunite in forma aggregata attraverso la sottoscrizione di un Accordo di Partenariato, che sviluppano un progetto strategico comune, finalizzato ad accrescere l'attrattività e la competitività delle imprese commerciali, l’innovazione dei sistemi di offerta commerciale, la valorizzazione e promozione delle eccellenze commerciali (shopping), enogastronomiche e storiche locali.

    SPESE AMMISSIBILI

    • Macchinari, attrezzature, hardware e software finalizzate a:

    > realizzazione di sistemi logistici e strutture e attrezzature per l’approvvigionamento e la distribuzione delle merci e per la gestione dei servizi connessi;
    > reti telematiche per l’accesso a servizi innovativi, a servizi di assistenza e altre informazioni offerte da imprese appartenenti alla stessa filiera produzione-distribuzione o a settori economici collegati;
    > nuove attrezzature, anche per spazi esterni, che favoriscano l’attrattività commerciale (facciate, infissi, insegne, illuminazione esterna, gazebo, arredi per esterni, ingressi, parcheggi privati, vetrine, tende, dehors, tavoli e sedie per esterno, chioschi per edicole);
    > Acquisizione di attrezzatura per la difesa dei punti vendita e degli utilizzatori con particolare riferimento alla prevenzione di eventi criminosi.
    > Realizzazione di impiantistica multimediale per l’utilizzo di tecnologie in funzione dello svolgimento dell’attività commerciale (cablaggio, aree wi-fi, ecc..);
    > Acquisizione, estensione o rafforzamento degli interventi di innovazione tecnologica degli strumenti digitali per la vendita e la promozione (es. sistemi di gestione del magazzino integrati con il sito web di e-commerce, sistemi di web marketing, sistemi digitali di presa dell’ordine per i pubblici esercizi, sviluppo di app e mobile site le fase di prevendita, post vendita vetrine interattive, espositori innovativi, interfacce, ecc.).

    • Cicli, ciclomotori e motocicli elettrici per l’utilizzo strettamente correlato all’attività esercitata
    • Spese di assistenza strategica ed operativa prestata da soggetti esterni per lo sviluppo il coordinamento operativo del progetto.

    ENTITA’: Contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili. Tutti le imprese aderenti all’aggregazione devono partecipare al progetto. La soglia minima di partecipazione alle spese di ogni soggetto deve essere di almeno 10.000 euro.

    TEMPISTICHE: Domande presentate dalle ore 10.00 di venerdì 31 maggio 2019 fino alle ore 18 di mercoledì 31 luglio 2019. I progetti vengono valutati secondo punteggio e dovranno essere conclusi entro il termine perentorio del 30 novembre 2020 e rendicontate entro il 15 dicembre 2020.

  • BANDO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PMI DEL SETTORE MANIFATTURIERO E ARTIGIANATO DI SERVIZI (Azione 3.3.4 sub. A del POR FESR Veneto)

    IMPRESE AMMESSE

    PMI dei settori manifatturiero e artigianato di servizi iscritte come attive presso la Camera di Commercio da più di 12 mesi che esercitino una attività economica classificata con codice ATECO 2007 primario e/o secondario nei settori elencati nell’allegato C del Bando

    TIPOLOGIE DI PROGETTI
    Sono ammissibili progetti volti ad introdurre innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, ad ammodernare i macchinari e gli impianti e ad accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale anche attraverso lo sviluppo di business digitali. I progetti non devono essere stati completamente attuati prima della presentazione della domanda di partecipazione. A seconda della tipologia di interventi vengono distinti due sportelli alternativi:
    - SPORTELLO A “Industria 4.0” - per interventi che prevedono spese per l’acquisto di macchinari, impianti, hardware ed attrezzature rispondenti al modello “Industria 4.0”
    - SPORTELLO B  - per interventi che non prevedono spese per l’acquisto di macchinari, impianti, hardware ed attrezzature rispondenti al modello “Industria 4.0”

    SPESE AMMISSIBILI
    Spese sostenute e pagate interamente tra il 9 luglio 2019 e il 4 maggio 2021, per l’acquisto di beni tangibili o intangibili rientranti nelle seguenti voci:
    - Macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale funzionali alla realizzazione del progetto proposto. Sono compresi autoveicoli unicamente se immatricolati ad “uso speciale” o “mezzi d’opera” (di cui all’art. 54 c, 1 lettere g) ed n) del Codice della Strada) e di categoria Euro 6.
    - Programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa, brevetti e know-how concernenti nuove tecnologie di prodotti, processi produttivi e servizi forniti funzionali alla realizzazione del progetto proposto.
    - Consulenze specialistiche relative a servizi a supporto di logistica, marketing, contrattualistica, pagamenti, gestione interna ed esterna, gestione di acquisti e rapporti con i fornitori,  implementazione di percorsi di eco-innovazione ed eco-design, servizi di consulenza tecnologica, manageriale e strategica mirati a specifici progetti di sviluppo aziendale.
    - Spese per il rilascio di certificazioni da parte di organismi accreditati
    - Premi versati per garanzie fornite da banche, assicurazioni o altri istituti finanziari

    INTENSITÀ DEL SOSTEGNO
    Contributo a fondo perduto del 30% della spesa rendicontata ammissibile e nel
    - Limite minimo di 18.000 € corrispondenti a una spesa rendicontabile minima di 60.000€
    - Limite massimo di 150.000 € corrispondenti a una spesa rendicontabile massima di 500.000 €

    PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
    Le domande saranno esaminate sulla base di una procedura valutativa del progetto presentato (rispetto a parametri quali grado di innovazione, coerenza con gli obiettivi, capacità operativa, amministrativa e finanziaria, rilevanza ambientale …),  e devono essere inviate a mezzo del Sistema Informativo Unificato (SIU) della Regione a partire da
    - Per lo Sportello A dalle ore 10 di martedì 9 luglio fino alle ore 17 di martedì 16 luglio
    - Per lo Sportello B dalle ore 10 di giovedì 18 luglio alle ore 17 di giovedì 25 luglio.

  • NUOVA SABATINI

    OGGETTO. Lo strumento agevolativo definito Nuova Sabatini è finalizzato ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese (PMI)

    SPESE AMMISSIBILI. Sono ammessi alle agevolazioni gli investimenti avviati successivamente alla data della domanda di accesso ai benefici e conclusi entro dodici mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento. Gli interventi devono riguardare l’acquisto o l’acquisizione in leasing di nuovi:
    - macchinari;
    - impianti;
    - attrezzature
    - beni strumentali ad uso produttivo
    - hardware,
    - software e tecnologie digitali
    L'importo complessivo dell'investimento non può essere inferiore a 20.000 euro.

    AGEVOLAZIONI. Concessione da parte degli istituti bancari di finanziamenti alle micro e PMI nonchè di un contributo da parte del Ministero dello Sviluppo Economico rapportato agli interessi sui finanziamenti.

    PRESENTAZIONE DOMANDE. E’ possibile presentare richiesta fin da ora. Sportello aperto fino ad esaurimento delle risorse.

  • IPERAMMORTAMENTO

    OGGETTO Supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali (software e sistemi IT) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi.

    SPESE AMMISSIBILI Nuovi processi produttivi che si basano su:
    • tecnologie di produzione di prodotti realizzati con nuovi materiali
    • meccatronica
    • robotica
    • utilizzo di tecnologie ICT avanzate per la virtualizzazione dei processi di trasformazione
    • sistemi per la valorizzazione delle persone nelle fabbriche
    • Sono ammissibili, previa verifica delle relative caratteristiche, macchinari e attrezzature acquistati nel corso del 2019 come:
       o macchine utensili (anche per confezionamento e imballaggio)
       o impianti per la realizzazione di prodotti
       o robot
       o magazzini automatizzati ecc..

    ENTITÀ La Legge di Bilancio 2019 prevede che il costo di acquisto sia maggiorato del 170% su tre scaglioni:
    • 270% per investimenti fino a 2,5 milioni
    • 200% per investimenti da 2,5 a 10 milioni
    • 150% per quelli oltre i 10 milioni e fino a un tetto massimo dei 20 milioni

    PRESENTAZIONE DOMANDE Si accede in maniera automatica in fase di redazione di bilancio.

  • CREDITO IMPOSTA R&S

    OGGETTO. Incentivare le attività di ricerca e sviluppo.

    SPESE AMMISSIBILI. Sono ammesse a contributo le seguenti spese:
    • lavori sperimentali o teorici finalizzati all’acquisizione di nuove conoscenze;
    • ricerca pianificata o indagini critiche;
    • acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica e commerciale allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati;
    • produzione e collaudo di prodotti, processi e servizi;
    Non si considerano attività di ricerca e sviluppo le modifiche ordinarie o periodiche apportate a prodotti, linee di produzione, processi di fabbricazione, servizi esistenti e altre operazioni in corso, anche quando tali modifiche rappresentino miglioramenti.

    ENTITÀ. Credito d’imposta fino al 50%.
    Il credito d’imposta è riconosciuto, fino ad un importo massimo annuale di euro 10 milioni per ciascun beneficiario, a condizione che siano sostenute spese per attività di ricerca e sviluppo almeno pari a euro 30.000.

    PRESENTAZIONE DOMANDE. Il credito d’imposta:
    •    va indicato nel modello UNICO relativo al periodo d’imposta nel corso del quale lo stesso è maturato;
    •    non concorre alla formazione del reddito né della base imponibile IRAP;
    •    non rileva ai fini del rapporto di deducibilità degli interessi passivi ex artt. 61 e 109, TUIR;
    •    è utilizzabile esclusivamente in compensazione

  • FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LA REALIZZAZIONE DI INIZIATIVE PROMOZIONALI PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE/MOSTRE SUI MERCATI EXTRA UE

    FINALITÀ. Sostenere la partecipazione delle piccole e medie imprese ad una o più fiere e/o mostre nei Paesi extra UE

    BENEFICIARI. Piccole medie imprese aventi sede legale in Italia
     
    IMPORTO DEL FINANZIAMENTO E TASSO DI AGEVOLAZIONE: il finanziamento copre il 100% delle spese preventivate, fino ad un massimo di € 100.000,00 e comunque nei limiti previsti dal Regolamento UE n.1407/2013, relativo agli aiuti di importanza minore "de minimis".
    Il tasso agevolato è pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria vigente alla data della delibera di concessione del finanziamento (consultabile sul sito www.simest.it).

    SPESE FINANZIABILI. Spese sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda sino a 12 mesi dalla  data della stipula del contratto. Spese ammissibili: per l’area espositiva, per la logistica, spese promozionali  e  per consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra o missione di sistema (come da elenco allegato alla circolare operativa).

    GARANZIE. Il finanziamento agevolato deve essere garantito esclusivamente per la quota di finanziamento eccedente l’importo del Margine Operativo Lordo registrato dall’impresa nell’ultimo bilancio approvato.

    EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO. Il finanziamento è concesso, secondo le seguenti modalità:
    • la prima erogazione, per un importo massimo del 70%, deve essere richiesta entro tre mesi dalla stipula del contratto;
    • l’importo a saldo è erogato a condizione che le spese sostenute superino  l’importo già erogato, sulla base della rendicontazione delle spese sostenute.

  • IMPRENDITORIA GIOVANILE (UNDER 36) – VENETO SVILUPPO

    Contributo a fondo perduto (pari al 15% dell’investimento) associato a un finanziamento a tasso agevolato (pari all’85% dell’investimento) per acquisto impianti, macchinari, attrezzature, software e ristrutturazione/adeguamento locali.

  • FINANZIAMENTO AGEVOLATO PER LE PMI – (FONDO DI ROTAZIONE L.R. 1/99) – VENETO SVILUPPO

    AGEVOLAZIONE Finanziamento bancario agevolato mediante l’utilizzo di due quote di provvista: una quota a tasso zero ed una quota a tasso convenzionato. Agli interventi del fondo si applica il regime “de minimis”.

    FINANZIAMENTO Il finanziamento agevolato può raggiungere il 100% dell’investimento ammissibile, non può essere inferiore ad € 20.000,00, né superiore ad € 1.500.000,00. Gli investimenti ammissibili possono essere da sostenere oppure già sostenuti, ma non oltre i 6 mesi antecedenti la domanda stessa. Tutti i costi devono avere carattere pluriennale (costi ammortizzabili).
     
    TIPOLOGIA OPERAZIONI FINANZIATE 
    a) Ricapitalizzazione aziendale (importo massimo non superiore a quello delle sottostanti operazioni di aumento di capitale sociale già deliberate e sottoscritte nei dodici mesi antecedenti la data della domanda di agevolazione).
    b) Riequilibrio finanziario (importo massimo non superiore al 35% del magazzino medio rilevato dai bilanci degli ultimi tre esercizi).
    c) Consolido passività a breve (importo massimo non superiore al minore dei saldi di tutti i conti correnti per elasticità di cassa riferiti agli ultimi due trimestri solari precedenti la data della domanda di agevolazione).
    d) Altre iniziative di supporto finanziario (operazioni di supporto finanziario a fronte di: crediti insoluti, crediti maturati e scaduti vs le Pubbliche Amministrazioni, rimborsi di finanziamenti a medio lungo termine a fronte di investimenti.


BANDI DI PROSSIMA USCITA

  • CREDITO D'IMPOSTA PER LA PARTECIPAZIONE DI PMI A FIERE INTERNAZIONALI

    Previsto entro fine giugno 2019

    OGGETTO. Credito d'imposta è riconosciuto per le spese, sostenute nel 2019, di partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali di settore che si svolgono all'estero, relativamente alle spese per l'affitto degli spazi espositivi; per l'allestimento dei medesimi spazi; per le attività pubblicitarie, di promozione e di comunicazione, connesse alla partecipazione. Con decreto previsto entro fine giugno
    verranno stabilite le disposizioni applicative e in particolare le tipologie di spese ammesse al beneficio, le procedure per l'ammissione al beneficio (si tratterà di un click day ovvero verranno accettate domande secondo l'ordine cronologico di presentazione fino ad esaurimento disponibilità) e l'elenco delle manifestazioni fieristiche internazionali di settore per cui è ammesso il credito di imposta.

  • VOUCHER INNOVATION MANAGER

    Previsto prima dell'estate

    OGGETTO. Contributo riconosciuto per i periodi di imposta 2019 e 2020 a favore delle PMI per i costi relativi alla sottoscrizione di un contrato di servizio di consulenza con manager/società specializzati in innovazione (iscritti in apposito elenco). Per le piccole imprese il contributo è riconosciuto in misura del 50% dei costi sostenuti entro il limite massimo di 40.000 euro, per le medie imprese il contributo è pari al 30% dei costi entro il limite massimo di 25.000 euro. Modalità e criteri per la predisposizione delle domande e requisiti relativi alle tipologie di consulenze ammesse e caratteristiche dei manager saranno definite con prossimo decreto
    

  • BANDO VOUCHER DIGITALI 4.0 - CAMERA DI COMMERCIO DI VICENZA

    Previsto entro settembre 2019

    OGGETTO. Bando promosso dalla Camera di Commercio di Vicenza nell'ambito del Piano Nazionale Impresa 4.0 che finanzia, tramite contributi a fondo perduto (voucher), misure di innovazione tecnologica coerenti con le tipologie di cui agli allegati A e B della L 232/2016. Tali tecnologie sono:  soluzioni per la manifattura avanzata, manifattura additiva soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa dell’ambiente reale e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D), simulazione, integrazione verticale e orizzontale, Industrial Internet e IoT, cloud, cybersicurezza e business continuity, big data e analytics, soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”) software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali - ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc)

  • BANDO PER ROTTAMAZIONE DEI VEICOLI COMMERCIALI

    Previsto nei prossimi mesi

    OGGETTO. Bando Regione Veneto rivolto alle micro, piccole e medie imprese che intendano acquistare nuovi veicoli commerciali N1 e N2 (ibridi o full electric) con la contestuale rottamazione di mezzi della medesima categoria ad alimentazione diesel di classe emissiva inferiore o uguale ad Euro 3.

  • BANDO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE NUOVE IMPRESE ANCHE COMPLEMENTARI AL SETTORE TURISTICO TRADIZIONALE (Azione 3.3.4 sub. A del POR FESR Veneto)

    Apertura prevista entro giugno 2019

    OGGETTO. Aiuti per investimenti legati all’attivazione di imprese anche complementari al settore turistico tradizionale, a carattere fortemente innovativo rispetto al contesto, in grado di favorire l’integrazione con altre filiere per lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi turistici.

  • BANDO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE NUOVE IMPRESE (Azione 3.5.1 sub. A del POR FESR Veneto)

    Previsto per il quarto trimestre 2019

    OGGETTO. Contributi a sostegno all’avvio, insediamento e sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali in grado di promuovere ricambio e diversificazione nel sistema produttivo, oltre a generare nuove opportunità occupazionali.

  • BANDO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALL’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO (Azione 4.2.1 del POR FESR Veneto)

    Previsto per il quarto trimestre 2019

    OGGETTO. Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive. Sostegno per la realizzazione di progetti finalizzati al contenimento della spesa energetica, alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti e alla valorizzazione delle fonti rinnovabili.

  • BANDO PER IL SOSTEGNO PER L’ACQUISTO DI SERVIZI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE (Azione 3.4.2 del POR FESR Veneto)

    Previsto per il quarto trimestre 2019

    OGGETTO. Incentivi all’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione in favore delle PMI. L’ultima edizione del bando prevedeva un contributo a fronte di spese per consulenze specialistiche e servizi esterni finalizzati all’internazionalizzazione promozionale, strategica e organizzativa.

  • BANDO PER IL SOSTEGNO ALL’ACQUISTO DI SERVIZI PER L’INNOVAZIONE (Azione 1.1.2 del POR FESR Veneto)

    Previsto per il quarto trimestre 2019

    OGGETTO. Sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese: L’ultima edizione del bando prevedeva contributo a fondo perduto a fronte di spese per consulenze specialistiche e servizi esterni relativi all’innovazione tecnologica, strategica ed  organizzativa dell’impresa. In particolare progetti coerenti con Strategia di specializzazione intelligente (RIS3) del Veneto (Smart Agrifood, Smart Manufacturing Creative Industries, Sustainable Living).

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico Stampa pagina