BANDI ED AGEVOLAZIONI

BANDI ED AGEVOLAZIONI

SCOPRI LE OPPORTUNITÀ E I BANDI ATTIVI

        BANDI ATTIVI


          BANDI DI PROSSIMA USCITA


Segnaliamo, di seguito i principali strumenti di agevolazione (in forma di contributo a fondo perduto, finanziamento agevolato o credito di imposta) di possibile interesse delle imprese associate e attualmente attivi nel panorama Regionale e Nazionale e quelli la cui emanazione è prevista a breve.

Si ricorda che in Confcommercio Vicenza è attivo, grazie anche alla partnership con una società specializzata, lo Sportello Bandi ed Agevolazioni che permette di valutare le opportunità inerenti le agevolazioni pubbliche e che supporta le imprese nella predisposizione delle relative domande. Per ulteriori informazioni si invia a contattare i nostri uffici al tel. 0444 964300.

BANDI ATTIVI

  • BANDO STRUTTURE RICETTIVE DI PIANURA

OGGETTO. Il bando sostiene gli investimenti da parte delle aziende del settore ricettivo ubicate in comuni che non siano classificati come montani. Tali investimenti devono riguardare uno dei seguenti ambiti:
• Innovazione dei processi e dei servizi per gli ospiti;
• Riduzione impatto ambientale/turismo sostenibile;
• Realizzazione aree benessere, piscine, sala congressi e tutta quella serie di servizi complementari all’attività ricettiva;
• Miglioramento accessibilità della struttura alle persone con disabilità.

SPESE AMMISSIBILI. Sono ammissibili i costi di investimenti materiali e immateriali rientranti fra le seguenti tipologie:
a) opere edili/murarie e di impiantistica
b) strumenti tecnologici, comprese le dotazioni informatiche hardware e software;
c) progettazione, collaudo e direzioni lavori;
d) attrezzature, macchinari e arredi funzionali al progetto e ai prodotti turistici ad esso connessi;
e) spese per l’ottenimento delle certificazioni di qualità, sicurezza, ambientali o energetica;
f) spese relative alla fidejussione nel caso di erogazione del sostegno tramite anticipo;
g) diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale.

ENTITÀ DELL’AIUTO. Il bando offre la possibilità di scelta tra due regimi d’aiuto:
De Minimis, con investimento compreso tra €100.000 e €666.666,67: la percentuale di contribuzione è del 30% con aiuto massimo di €200.000.
Compatibile con il mercato interno, con investimento compreso tra €250.000 e €2.500.000: la percentuale di contribuzione è del 20% (10% nel caso di imprese di medie dimensioni)

PRESENTAZIONE DOMANDE. Dal 22 gennaio al 7 maggio 2019. Il progetto deve iniziare successivamente alla data di presentazione della domanda di sostegno (salvo una deroga specifica per le strutture alberghiere).

  • BANDO IMPRESE CULTURALI

OGGETTO. Sostegno alle imprese culturali, creative e dello spettacolo.
Gli interventi ammissibili sono quelli volti a:
• introdurre innovazioni tecnologiche di prodotto o di processo;
• ammodernare le attrezzature tecnologiche, gli impianti e le strutture;
• accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale anche attraverso lo sviluppo di business digitali.

SPESE AMMISSIBILI. Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di:
• Hardware e software
• Opere edili/murarie e di impiantistica
• Programmi informatici
• Consulenze specialistiche

ENTITÀ. Il bando consente di optare tra due regimi:
Regime di aiuti “de minimis”. Questa modalità prevede un contributo a fondo perduto pari al 70% della spesa rendicontata ammissibile nel limite massimo di euro 200.000. Previsto un investimento minimo di euro 15.000.
Regime di aiuti compatibili con il mercato interno. Questa modalità prevede un contributo a fondo perduto del 20% per le micro e piccole imprese e del 10% per le imprese di media dimensione. Prevede un investimento minimo di euro 200.000 ed un massimo di 2.000.000.

PRESENTAZIONE DOMANDE. Dal 5 febbraio al 2 aprile 2019

  • BANDO ISI INAIL 2018

OGGETTO. Ridurre o eliminare un rischio presente per i lavoratori in azienda.

SPESE AMMISSIBILI. Sono ammissibili gli interventi (ad esempio l’acquisto di un macchinario) che vanno a ridurre uno dei rischi (presenti nel DVR aziendale) di seguito elencati:
• Chimico
• Rumore
• Vibrazioni meccaniche
• Biologico
• Caduta dall’alto
• Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine obsoleti e non obsoleti
• Rischio sismico
• Riduzione del rischio da lavorazioni in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento

Rientrano anche gli interventi volti a ridurre il rischio di movimentazione manuale dei carichi e gli interventi di rimozione delle coperture e sotto coperture in amianto.

ENTITÀ. Contributo a fondo perduto del 65% con importo massimo di 130.000€. Possibilità di richiedere il 50% in anticipo prima del sostenimento della spesa.

PRESENTAZIONE DOMANDE.
- Caricamento delle domande fino alle ore 18:00 del 30 maggio 2019.
- Presentazione delle domande con click-day (metà giugno circa). Le domande vengono ammesse a contributo sulla base dell’ordine cronologico di arrivo.
I progetti dovranno raggiungere un punteggio minimo di 120 punti, determinato sulla base di  criteri quali la dimensione aziendale (punteggio inversamente proporzionale alla grandezza), il tasso di tariffa (punteggio proporzionale al rischio) e la tipologia di intervento.

  • NUOVA SABATINI

OGGETTO. Lo strumento agevolativo definito Nuova Sabatini è finalizzato ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese (PMI)

SPESE AMMISSIBILI. Sono ammessi alle agevolazioni gli investimenti avviati successivamente alla data della domanda di accesso ai benefici e conclusi entro dodici mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento. Gli interventi devono riguardare l’acquisto o l’acquisizione in leasing di nuovi:
- macchinari;
- impianti;
- attrezzature
- beni strumentali ad uso produttivo
- hardware,
- software e tecnologie digitali
L'importo complessivo dell'investimento non può essere inferiore a 20.000 euro.

AGEVOLAZIONI. Concessione da parte degli istituti bancari di finanziamenti alle micro e PMI nonchè di un contributo da parte del Ministero dello Sviluppo Economico rapportato agli interessi sui finanziamenti.

PRESENTAZIONE DOMANDE. E’ possibile presentare richiesta fin da ora. Sportello aperto fino ad esaurimento delle risorse.

  • IPERAMMORTAMENTO

OGGETTO Supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali (software e sistemi IT) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi.

SPESE AMMISSIBILI Nuovi processi produttivi che si basano su:
• tecnologie di produzione di prodotti realizzati con nuovi materiali
• meccatronica
• robotica
• utilizzo di tecnologie ICT avanzate per la virtualizzazione dei processi di trasformazione
• sistemi per la valorizzazione delle persone nelle fabbriche
• Sono ammissibili, previa verifica delle relative caratteristiche, macchinari e attrezzature acquistati nel corso del 2019 come:
   o macchine utensili (anche per confezionamento e imballaggio)
   o impianti per la realizzazione di prodotti
   o robot
   o magazzini automatizzati ecc..

ENTITÀ La Legge di Bilancio 2019 prevede che il costo di acquisto sia maggiorato del 170% su tre scaglioni:
• 270% per investimenti fino a 2,5 milioni
• 200% per investimenti da 2,5 a 10 milioni
• 150% per quelli oltre i 10 milioni e fino a un tetto massimo dei 20 milioni

PRESENTAZIONE DOMANDE Si accede in maniera automatica in fase di redazione di bilancio.

  • CREDITO IMPOSTA R&S

OGGETTO. Incentivare le attività di ricerca e sviluppo.

SPESE AMMISSIBILI. Sono ammesse a contributo le seguenti spese:
• lavori sperimentali o teorici finalizzati all’acquisizione di nuove conoscenze;
• ricerca pianificata o indagini critiche;
• acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica e commerciale allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati;
• produzione e collaudo di prodotti, processi e servizi;
Non si considerano attività di ricerca e sviluppo le modifiche ordinarie o periodiche apportate a prodotti, linee di produzione, processi di fabbricazione, servizi esistenti e altre operazioni in corso, anche quando tali modifiche rappresentino miglioramenti.

ENTITÀ. Credito d’imposta fino al 50%.
Il credito d’imposta è riconosciuto, fino ad un importo massimo annuale di euro 10 milioni per ciascun beneficiario, a condizione che siano sostenute spese per attività di ricerca e sviluppo almeno pari a euro 30.000.

PRESENTAZIONE DOMANDE. Il credito d’imposta:
•    va indicato nel modello UNICO relativo al periodo d’imposta nel corso del quale lo stesso è maturato;
•    non concorre alla formazione del reddito né della base imponibile IRAP;
•    non rileva ai fini del rapporto di deducibilità degli interessi passivi ex artt. 61 e 109, TUIR;
•    è utilizzabile esclusivamente in compensazione

  • FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LA REALIZZAZIONE DI INIZIATIVE PROMOZIONALI PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE/MOSTRE SUI MERCATI EXTRA UE

FINALITÀ. Sostenere la partecipazione delle piccole e medie imprese ad una o più fiere e/o mostre nei Paesi extra UE

BENEFICIARI. Piccole medie imprese aventi sede legale in Italia
 
IMPORTO DEL FINANZIAMENTO E TASSO DI AGEVOLAZIONE: il finanziamento copre il 100% delle spese preventivate, fino ad un massimo di € 100.000,00 e comunque nei limiti previsti dal Regolamento UE n.1407/2013, relativo agli aiuti di importanza minore "de minimis".
Il tasso agevolato è pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria vigente alla data della delibera di concessione del finanziamento (consultabile sul sito www.simest.it).

SPESE FINANZIABILI. Spese sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda sino a 12 mesi dalla  data della stipula del contratto. Spese ammissibili: per l’area espositiva, per la logistica, spese promozionali  e  per consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra o missione di sistema (come da elenco allegato alla circolare operativa).

GARANZIE. Il finanziamento agevolato deve essere garantito esclusivamente per la quota di finanziamento eccedente l’importo del Margine Operativo Lordo registrato dall’impresa nell’ultimo bilancio approvato.

EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO. Il finanziamento è concesso, secondo le seguenti modalità:
• la prima erogazione, per un importo massimo del 70%, deve essere richiesta entro tre mesi dalla stipula del contratto;
• l’importo a saldo è erogato a condizione che le spese sostenute superino  l’importo già erogato, sulla base della rendicontazione delle spese sostenute.

  • Imprenditoria Giovanile (UNDER 36) – Veneto Sviluppo

Contributo a fondo perduto (pari al 15% dell’investimento) associato a un finanziamento a tasso agevolato (pari all’85% dell’investimento) per acquisto impianti, macchinari, attrezzature, software e ristrutturazione/adeguamento locali.

  • Finanziamento agevolato per le PMI – Veneto Sviluppo

Finanziamento a tasso agevolato per:
• investimenti immobiliari;
• investimenti mobiliari;
• immobilizzazioni immateriali;
• spese tecniche.

  • BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PMI A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE

Contributo regionale rivolto sia all'avvio di nuova imprese femminili, sia al consolidamento ed allo sviluppo di quelle esistenti. Il bando prevede la concessione di contributi a fondo perduto, in regime de minimis, in misura pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile, e per interventi di importo non inferiore a 30.000 euro. Sono ammissibili spese per l'acquisto di macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature, arredi, negozi mobili, mezzi di trasporto ad esclusivo uso aziendale, impianti tecnici di sevizio agli impianti produttivi e, infine, programmi informatici. Domande dal 10 aprile 2019.


BANDI DI PROSSIMA USCITA

  • BANDO AGGREGAZIONI DI IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIO E SOMMINISTRAZIONE

Previsto per il primo semestre 2019

Incentivi alle aggregazioni di imprese del settore commercio e somministrazione della Regione del Veneto.

  • BANDO NUOVE IMPRESE

Previsto per il primo semestre 2019

OGGETTO. Sostegno all’avvio, insediamento e sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali in grado di promuovere ricambio e diversificazione nel sistema produttivo, oltre a generare nuove opportunità occupazionali.  Possono accedere PMI  iscritte al Registro imprese da non più di 12 mesi oppure promotori di impresa che si impegnano all’iscrizione entro 45 gg da comunicazione ammissione al sostegno (escluse le imprese del settore ricettivo)

SPESE AMMISSIBILI.  Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di beni materiali e immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie:
a) macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature ed arredi nuovi di fabbrica
b) spese di progettazione, di coordinamento della sicurezza, direzioni lavori e collaudo connesse alle opere edili/murarie di cui alla lettera
c) spese notarili di costituzione della società o dell’associazione di professionisti
d) mezzi di trasporto
e) consulenze specialistiche finalizzate
f) opere edili/murarie e di impiantistica

ENTITÀ. L’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, è pari al 50% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione del progetto:
-    nel limite massimo di € 75.000 corrispondenti ad una spesa pari o superiore ad €150.000;
-    nel limite minimo di €10.000 corrispondenti ad una spesa pari ad €20.000.

I campi contrassegnati con ( * ) sono obbligatori.
Scrivi il testo dell'immagine
INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (di seguito anche GDPR) La informiamo che i dati personali che la riguardano saranno trattati in aderenza ai principi di liceità, correttezza e trasparenza. I dati personali (sono tali ad esempio: nome/cognome, coordinate di contatto, ecc.) sono raccolti a mezzo sito internet direttamente presso l'interessato. Di seguito Le forniamo le previste informazioni relative al trattamento.

Finalità e basi giuridiche del trattamento
Il trattamento dei dati personali è finalizzato esclusivamente a dare riscontro a richieste di informazioni connesse ai servizi ed all'assistenza oggetto tipico dell'attività dell'Associazione (vedasi riferimento alla voce (Titolare del trattamento), inviate dall'interessato sia a mezzo posta elettronica che mediante compilazione di apposito form. La base giuridica della predetta finalità si individua nell'esecuzione di misure contrattuali o precontrattuali adottate su richiesta dell'interessato (art. 6.1 lettera b, GDPR). Non svolgiamo trattamenti con processi decisionali automatizzati nà© profilazioni.

Termine di conservazione dei dati
I dati personali trattati sono conservati per un periodo di tempo compatibile con l'instaurazione di un efficiente scambio di richieste/informazioni, di prassi (fermi tempi diversi richiesti dalla natura delle informazioni richieste) non eccedente i 3 mesi.

Consenso e facoltatività /obbligatorietà del conferimento.
Il trattamento dei dati per le finalità sopra individuate non richiede il consenso dell'interessato. Il conferimento dei dati è in ogni caso obbligatorio ed essenziale ai fini dell'esecuzione delle prestazioni richiesteci dall'interessato stesso, nonché per gli adempimenti di legge conseguenti e correlati. L'eventuale rifiuto di fornire alcuni di tali dati ha come conseguenza l'impossibilità di dar seguito alle richieste se del caso comunque pervenute e/o di dar corso al rapporto.

Categorie di destinatari dei dati
I dati raccolti a mezzo sito internet al solo fine di far fronte a richieste di informazioni, non sono oggetto di comunicazione a terzi o diffusione

Trasferimenti dei Dati
I dati personali non sono oggetto di trasferimento in Paesi non appartenenti all'Unione Europea.

Modalità del trattamento
Il trattamento dei dati personali avverrà in formato elettronico, comunque con l'osservanza delle misure cautelative della sicurezza e riservatezza dei dati. Sono in ogni caso attuate misure di sicurezza tecniche, informatiche, organizzative, logistiche e procedurali al fine di prevenire la perdita, l'uso illecito o non pertinente dei dati e l'accesso agli stessi senza autorizzazione.

Diritti dell'interessato e reclamo avanti al Garante
In ogni momento ciascun interessato potrà esercitare i seguenti diritti:

  • Diritto di ottenere l'accesso ai Suoi dati personali (art. 15 GDPR): potrà contattarci per conoscere se i Suoi dati personali sono oggetto di trattamento ed avrà in tal caso diritto di ottenerne copia ed avere informazioni riguardanti l'origine dei dati, le categorie di dati personali trattate, i destinatari dei dati, le finalità del trattamento, l'esistenza di un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, il periodo di conservazione dei dati o i criteri utilizzati per determinarlo.
  • Diritto di rettifica (art. 16 GDPR): ottenere la correzione dei Suoi dati personali inesatti o l'integrazione di quelli incompleti;
  • Diritto alla cancellazione/oblio (art. 17 GDPR): ottenere la cancellazione dei Suoi dati personali, nelle ipotesi previste dalla legge;
  • Diritto alla limitazione del trattamento (art.18 GDPR): ottenere, nelle ipotesi previste dalla legge (in sintesi: contestazioni sull'esattezza dei dati; trattamento illecito con opposizione dell'interessato alla cancellazione, necessità per l'interessato di esercizio di un diritto in sede giudiziaria; opposizione dell'interessato nel periodo di verifica della prevalenza dei motivi legittimi del titolare rispetto ai Suoi), la limitazione del trattamento dei Suoi dati personali;
  • Diritto alla portabilità (art. 20 GDPR): nelle ipotesi previste dalla legge (trattamento effettuato con mezzi automatizzati e basato sul consenso o su un contratto) diritto a ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico, i dati personali che La riguardano e diritto di trasmettere tali dati a un altro titolare del trattamento senza impedimenti da parte nostra;
  • Diritto di opporsi (art. 21 GDPR): diritto di far cessare ulteriore trattamento dei dati personali per motivi connessi alla Sua situazione particolare, salva prevalenza dei nostri motivi legittimi cogenti, nelle ipotesi previste dalla legge;
  • Diritto di revocare il consenso (art. 7.3 GDPR): diritto di revocare in qualsiasi momento il consenso per i casi in cui il trattamento sia basato sul consenso. La revoca del consenso non pregiudica comunque la liceità del trattamento basato sul consenso prima della revoca.
Per esercitare i diritti suddetti potrà fare riferimento ai contatti del Titolare forniti nella presente informativa (in presenza di contitolarità, potrà far riferimento indifferentemente ai dati di contatto anche di uno solo dei contitolari). La informiamo, altresì, del Suo diritto a promuovere Reclamo avanti all'Autorità Garante per la protezione dei dati personali competente. Ricordiamo che il reclamo, a norma dell'art. 77.1 GDPR, può comunque essere promosso dall'interessato presso l'Autorità del luogo dove l'interessato risiede abitualmente, dove lavora oppure dove si è verificata la presunta violazione.

Titolare del trattamento
Il trattamento è operato in contitolarità tra "Confcommercio Imprese per l'Italia della provincia di Vicenza" ed "ESAC spa", i quali hanno sede a Vicenza, Via L. Faccio n. 38, e-mail: ascom@ascom.vi.it, telefono 0444-964300.

Ho preso visione dell'informativa